ll nome della cosa

 ll nome della cosa
Buonisti, femministe, radical-chic, ecologisti, abortisti, vaccinisti, pro-migranti, pro-virus, pro-5G, pro-gender, mondialismo, consumismo, dittatura del pensiero, antirazzismo a senso unico, deep state, ecc, ecc, sono tutte facce della stessa ideologia oscurantista che vuole distruggere il pianeta.
Non ha un nome: si dice "pensiero unico", ma questo è solo un aspetto formale.
Dietro c'è molto di più.
Dicevo "facce diverse", che neppure i loro adepti riescono a volte a cogliere nella totalità.
E' un trucco di questa ideologia, di rivolgersi a gruppi diversi con teorie ad-hoc.
Il vecchio trucco del divide-et-impera, "inventarsi" un gruppo sociale e metterlo contro gli "altri".
Ricordo che lo smascherai già negli anni '60, quando iniziò il giovanilismo, introdotto per motivi politici (culminò nel '68) ma suppportato volentieri anche dalle elite finanziarie, che ne videro una fonte di business.
Quello che succede oggi (vedi il green-washing).
Poi scattano delle contraddi

 
Buonisti, femministe, radical-chic, ecologisti, abortisti, vaccinisti, pro-migranti, pro-virus, pro-5G, pro-gender, mondialismo, consumismo, dittatura del pensiero, antirazzismo a senso unico, deep state, ecc, ecc, sono tutte facce della stessa ideologia oscurantista che vuole distruggere il pianeta.
Non ha un nome: si dice "pensiero unico", ma questo è solo un aspetto formale.
Dietro c'è molto di più.
Dicevo "facce diverse", che neppure i loro adepti riescono a volte a cogliere nella totalità.
E' un trucco di questa ideologia, di rivolgersi a gruppi diversi con teorie ad-hoc.
Il vecchio trucco del divide-et-impera, "inventarsi" un gruppo sociale e metterlo contro gli "altri".
Ricordo che lo smascherai già negli anni '60, quando iniziò il giovanilismo, introdotto per motivi politici (culminò nel '68) ma suppportato volentieri anche dalle elite finanziarie, che ne videro una fonte di business.
Quello che succede oggi (vedi il green-washing).
Poi scattano delle contraddizioni, come in Svezia dove le femministe sono a favore dell'immigrazione selvaggia e poi c'è una esplosione di stupri, alla quale non sanno (e non possono) replicare per "ordini superiori".
Adesso in Italia, centinaia di migranti infetti che scorazzano per l'Italia, ma i buonisti zitti ... eppure i buonisti, per la maggior parte, sono quelli dalla parte della mascheratura di massa.
Parentesi di spiegazione: questo genere di cui parlo sono individui viscidi e meschini, "quacquaracqua". Basta conoscerne qualcuno per inquadrarli. Contrariamente alle persone che si oppongono alla loro ideologia, che invece sono persone sane di mente e di corpo, che sanno ragionare con la propria testa, che non si lasciano infinocchiare dalla propaganda: perciò questi ultimi "rifiutano la mascherina".
Dunque, fondamentalmente, salvo eccezioni, i fautori del "pensiero unico" mettono la mascherina e, coloro che lo aborriscono, aborriscono anche questa.
Tutto ciò per affrontare la questione che mi sta a cuore.
Quelli del pensiero unico, quando vogliono riferirsi al loro nemico, lo fanno utilizzando, spesso impropriamente, parole grosse, ad esempio "fascisti" (forse, freudianamente, perchè fanno di tutta l'erba un fascio).
Dicono "razzista" a chi non lo è, quando i veri razzisti sono loro.
Ricordo che quando vedevo le prime pubblicità di Toscani, ero molto giovane, dove forzava persone di colore e posizionava vari visi ad-hoc, mi dava un senso di razzismo. Distruggeva la spontaneità per mettere in risalto razze.
Il vero non-razzismo è quello di chi se ne frega del colore della pelle o di altre caratteristiche, che non gli dà peso.
E' vero che le due "fazioni" non sono omogenee, e non tutti i loro adepti la pensano al 100% allo stesso modo.
Io penso che dipenda da non perfetta conoscenza delle questioni. Altrimenti, tutti, nelle due fazioni, dovrebbero concordare su tutto.
Si tratta di questioni collegate tra di loro e non prescindibili.
Dunque quale è la questione?
TROVARE UN NOME DA DARE A TALE GENTE.
Se non hai un nome, è come giocare una partita di calcio senza le divise.
Se vuoi riferirti alla fazione distruttiva non puoi, devi farlo soltanto per ogni singolo aspetto, frammentando la critica.
Esiste già un nome: BAIZUO, onnicomprensivo, ma ha due difetti: è cacofonico ed è cinese, e sappiamo da che parte sta la Cina.
Tale neologismo (letteralmente "sinistra bianca") è stato coniato da chi sta ancor più a sinistra di tale gente.
https://it.wikipedia.org/wiki/Baizuo
Questo fatto mi dà l'occasione di precisare che "pensiero unico" e "persone per bene" non coincidono con "sinistra" e "destra".
Anzi, secondo le mie personali conoscenze, i veri comunisti stanno dalla seconda parte.
Potrei riallacciarmi agli scritti di Alain De Benoist e di Marco Tarchi, che affermano simili argomentazioni fin dagli anni '70.
Questo nome, dunque?
Dovrebbe essere un nome già esistente e già parzialmente utilizzato.
Un nome che sia simile in tutte le lingue.
Io propongo "SATANISTI".











CONDIVIDI SU FACEBOOK


Data: 27 luglio 2020
Sezione:
Tematica: Blog
Fonte:
Autore testo: Enzo
Autore foto:


Per scrivere un commento devi registrarti al sito

ANCOR NESSUN COMMENTO DEI LETTORI

4